TRANQUILLO, STIAMO ANDANDO BENE!

Tag: #employerbranding #HRinnovation #PeopleAnalytics

Quante volte vi è successo di rispondere “stiamo andando bene” ad un responsabile che vi chiede il resoconto di un’iniziativa? Tante, vero? Avrete sicuramente provato una sensazione positiva nel pronunciare quelle parole, peccato che sono quasi sempre seguite da “hai un indicatore a supporto?”

Quantificare i risultati di un’iniziativa è sempre complicato, specialmente quando si parla di employer branding, l’occasione attraverso cui un’azienda si racconta agli altri – quello che fa, come lo fa e gli obiettivi da raggiungere – al fine di generare awarenesscoerenza del proprio brand.

Curiamo la nostra reputazione attraverso la comunicazione della cultura aziendale e dei valori che vi stanno alla base e lo facciamo iniziando proprio dalla condivisione dei valore core alle risorse interne: sono proprio i nostri collaboratori i primi interlocutori e i più immediati ambasciatori del messaggio – e quindi del brand – che vogliamo trasmettere.
Attraverso survey e analisi di clima è possibile raccogliere i dati necessari per misurare il grado di consapevolezza del brand all’interno.

Ma invece sappiamo come siamo percepiti dall’esterno?

Certo, investire su piani di comunicazione, implementare le campagne sui Social, partecipare e dare vita ad eventi ad hoc, sono tutti step necessari di una buona strategia di Employer Branding, che porta sicuramente al riconoscimento del brand sul mercato.

Ma come accertarsi che oltre al riconoscimento segua anche un riconoscimento del valore?
Quali sono le metriche di riferimento per attestare la reale efficacia delle nostre azioni?

Due indicatori che vi suggeriamo di monitorare per avviare un processo di misurazione puntuale:

  • Incidenza delle candidature spontanee sul totale candidature ricevute
  • Potere negoziale verso il candidato, inteso come % media di incremento stipendio rispetto alla precedente esperienza lavorativa

 E voi con quali indicatori misurate l’ employer branding?