È SOLO UNA CHIACCHIERATA..

Tag:   

Almeno una volta avrete sentito questo incipit ai colloqui, una frase “giusta” detta forse al momento sbagliato!

Ed è facile da immaginare la scena: un candidato un po’ impacciato e nervoso, e il recruiter intento a creare un ambiente positivo e rilassato.
Ma no, non sono solo due chiacchiere, è un momento fondamentale nella vita dell’employee.

È quindi necessario tenere conto e curarsi di questo step, e dell’intero processo di recruiting – in cui il colloquio è solo la ciliegina sulla torta –composto da fasi e momenti diversi che si intrecciano in una vera e propria candidate experience.

E prendere consapevolezza del peso che assume l’esperienza, a partire proprio dal primo contatto, permette all’azienda di ottimizzare al meglio le sue risorse. E sono proprio gli HR che devono tutelare e assicurarsi che ciò avvenga, partendo dal job posting, passando per lo screening di CV fino all’ingresso in azienda.

Obiettivo finale? Felice il recruiter, felice il manager, felice il candidato.

E se qualcosa va storto?  

Gli indicatori di misurazione sono la nostra bussola ed è con i dati che dobbiamo lavorare per raggiungere il successo a 360°.
Oggi, si parla sempre più di IA per il recruiting 4.0, e cioè la possibilità dunque di utilizzare algoritmi per ottimizzare il time-to-hire, tenere sempre i contatti e i canali “giusti”, ingaggiare i nuovi arrivati, portare a bordo persone di valore e trasmettere valore alle persone.

La buona notizia? Tecniche e strumenti di People Analytics permettono di monitorare, comprendere e prevedere queste performance, supportando HR in tutto il processo di Talent Acquisition!